Gruppo 25 aprile

Piattaforma civica (e apartitica) per Venezia e la sua laguna

La foto del giorno: antiche pasticcerie veneziane

Venezia, 26 settembre 2015

La democrazia secondo il partito fucsia: a Venezia comando io.. e ti te la magni, se no te va ben, ti va fora! L’antica pasticceria Rosa Salva fiuta l’aria e si adegua:

FucsiaSalvaApplausi scroscianti da Riva dei sette martiri che ha finalmente ritrovato il suo antico nome (Riva dell’Impero). Grazie al cambio di destinazione d’uso deliberato dal Consiglio comunale, con il voto contrario delle opposizioni prontamente espulse dall’aula per scarsa collaborazione e disfattismo, la riva è ormai riservata all’ormeggio di Grandi Navi e sommergibili nucleari:

Fucsia operazione-sottoveste_01Grazie al decisionismo della nuova Giunta comunale, finalmente risolto anche il problema del traffico acqueo nei canali e rii cittadini: con il divieto tassativo di circolazione per tutte le imbarcazioni a remi e per le imbarcazioni a motore con potenza INFERIORE a 200 cavalli. Soddisfatte le esigenze dei taxi e dei lancioni gran turismo, riconvertiti i gondolieri come figuranti nella metropolitana (sublagunare) di prossima costruzione, per le imbarcazioni a remi è stata creata una nuova via acquea opportunamente denominata “Via Lattea”, che non interferisce con le altre:

Gasp2Restava da affrontare il problema delle barche a vela, prontamente risolto con lo scioglimento del circolo velico e dell’associazione vela al terzo, trasferiti nella riserva indiana di Zelarino insieme con Barchetta Blu e gli ultimi nidi rimasti a Venezia. Per scoraggiare ogni vile tentativo di aggirare le nuove regole, all’architetto Santiago Calatrava sono stati commissionati due nuovi ponti sul Canal Grande, di forma cubica e altezza pari a due metri, che opportunamente posizionati impediranno il transito delle barche a vela nel sestiere di Dorsoduro.

Ultima ora: avvistato il Nuovo Trionfo in rada a Punta della Dogana, sta imbarcando gli ultimi velisti in partenza per l’esilio, come Daniele Manin nel 1849. Aggiornamenti nelle prossime ore, se la pagina che state leggendo non verrà oscurata dalla censura.

Firmato: Brigata Berengo Gardin.

Avvertenza per i lettori: due delle tre foto sono ritoccate, una sola non lo è. Precisazioni ulteriori sarebbero un’offesa all’intelligenza dei lettori, e al diritto di satira. La foto originale (non ritoccata) è tratta dal film: “Operazione sottoveste”:

https://it.wikipedia.org/wiki/Operazione_sottoveste

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “La foto del giorno: antiche pasticcerie veneziane

  1. Alex in ha detto:

    Chorus: ” We all live in a Fuchsia submarine, Fuchsia submarine, Fuchsia submarine!”

    Sent from my iPhone

    >

  2. Valeria in ha detto:

    il fucsia avanza…sti palloncini! innocui, simpatici, leggeri…e se tappezza tutta la città?

  3. Pecunia NON olent, a sti disgrasiai basta far schei, pasar dal rosso de Cacciari al fucsia de Brugnaro, ciamà a Venessia el Berlusca tascabile, el passo xe breve no ghe fa schifo, anzi.
    Tullia Vivante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...